Genova, 2 maggio 2020

Credit: sommartist@gmail.com

[…] per poter trovare il Diavolo bisogna prima trovare Dio.

[…] lo notavano perché era un barbone. Li faceva sentire superiori, e loro ne avevano bisogno.

[…] se era lui a chiedere provavano meno piacere di quando erano loro a dare.

Ormai aveva capito che meno parlava e più si sentivano bene tutti quanti.

Sulla via per l’inferno c’è sempre un sacco di gente, ma è comunque una via che si percorre in solitudine.

[…] giudicarli era solo uno scudo protettivo per nascondere le proprie insufficienze.

[…] era più o meno una brava persona, ma il mondo è pieno di persone più o meno brave e guarda come siamo ridotti: sempre in bilico sul baratro.

A volte ho la sensazione di essere solo al mondo. Altre volte lo so di sicuro.

Alcuni uomini entravano e andavano a sedersi sugli sgabelli, ridotti all’idiozia dal lavoro della giornata.

La gente lo sa che il mondo fa schifo. E quello che vogliono è dimenticarselo.

[…] c’è sempre qualche figlio di puttana che cerca di raccontarti come stanno le cose sulla pubblica piazza e quello di te non ne sa niente e non gliene frega niente.

La gente mi affaticava, tutti quanti si offendevano continuamente; se non gli davi proprio ciò che desideravano sentire, la prendevano come un affronto.

Niente canzoni d’amore (1990), di Charles Bukowski